sabato 28 maggio 2011

Sandropan capisce di poter dire la sua

Dopo una quindicina d'anni di mountain bike e solo alla quarta uscita su strada con Tronitus, Sandropan capisce di avere sbagliato tutto, puntando sul cavallo sbagliato.

In fuoristrada il Maestro è timido, e devo soccombere ai suoi nemici. Sulla bici da corsa no. Sulla bici da corsa si trasforma, è forte ed aggressivo, diventa un Campione con la C maiuscola.
Virginio Pinato, quello di cicli Pinato nonchè padre del Custode di Alan, lo ha capito già sabato scorso, quando gli ha detto che la sua posizione in bici è da vero professionista e profetizzando un sicuro successo sportivo.

Domani è domenica, e l'uscitona è meglio farla con la mountain bike, per non perdere troppo la mano. Però la mente è rivolta a Tronitus, ed all'uscita di martedì prossimo nell' autodromo di Monza.

Forza Sandropan, questo ritrovato entusiasmo riaccende le speranze di tutti i tuoi fans!


.

1 commento:

Paolo Isola ha detto...

Penso che ti si addica di più la bici da corsa perchè, da quel che ho capito, vai male nelle discese sconnesse e con la bici da strada si fa solo asfalto e perciò non si trovano discese sconnesse