venerdì 16 dicembre 2011

La Sala Del Valhalla


Siamo a poche centinaia di metri dall'inizio della mitica Salita del Cancello, quando Lorenzo, il Figliuolo di Sandropan, nota uno strano cartello, finora passato inosservato.
D'istinto, dopo una lettura veloce, Sandropan impugna la macchina fotografica per immortalarlo, ma fa freddo, meglio non stare troppo fermi, e i due subito proseguono verso i tanto amati sentieri che si inerpicano sulle colline brianzole.


La foto rimane lì, dimenticata tra tante altre nella schedina di memoria, fino a quando (e questa è storia di pochi minuti fa) viene scaricata sul computer del Maestro.
Come non pubblicarla sul blog? E come non porsi delle domande?
Innanzitutto la sala del Valhalla (con una h in meno di quella del cartello) sembra far parte della mitologia norvegese:

Da Wikipedia:

"Il Valhalla è descritto come un'enorme sala con 540 porte, muri fatti con le lance dei guerrieri più valorosi, tetto fatto di scudi di oro su cui sono raffigurate scene di guerra e panche ricoperte di armature, gli arredi interni costituiti da vesti dei combattenti. Si dice che vi sia posto per chiunque venga scelto e sia più semplice trovare un posto che entrarvi.
Prima di varcare i cancelli del Valhalla, sorvegliati da un lupo e da un'aquila, i soldati devono attraversare il fiume Thund.
"

E va bene, ora sappiamo di più sulla sala del Valhalla.

Ma l'Impavido? Chi è l'Impavido? E' forse... Sandropan?
Dunque quelle visioni descritte dal Maestro durante i suoi momenti estatici alla fine delle gare di mountain bike, hanno un fondamento di verità? Il Maestro, al culmine delle fatica e della sofferenza, sogna di essere nella grande sala del Valhalla?

3 commenti:

stefanoSTRONG ha detto...

tra l'altro valhalla dancehall è anche un disco dei british sea power, uno dei più belli di quest'anno!
:)

Sandro Bramati ha detto...

Grazie S.Strong

acquisterò senz'altro il CD!

Sandropan

Anonimo ha detto...

O forse è il Cazza, in groppa al suo nuovissimo cavallo d'accia...ehm.. carbonio? Oggi correva voce (ma sicuramente sarà una fandonia priva di fondamento) che il suddetto abbia per la prima volta battuto il suo maestro sul terreno in cui Egli non ha (aveva) rivali: l'allenamento al riparo da occhi indiscreti.. Fattostà che il mentitore è stato subito lapidato dalla folla inferocita!

Tuo fedele Eletto