venerdì 9 dicembre 2011

Fotoromanzo: A Bogogno Senza Vergogno

Sandrofans, questo è tutto per voi!
Sedetevi sul divano, mettetevi il portatile sulle ginocchia e godetevi il fotoromanzo realizzato ieri, alla premiazione della gara di ciclocross di Bogogno.

Buona Visione


 


















9 commenti:

Anonimo ha detto...

bellissimo fotoromanzo ma manca la scena in cui porto via le mie figliocce questo non va bene sandropan a borsano se vieni ti devo umiliare ciao tony m. la tigre di oleggio grrrrrrr.......

Anonimo ha detto...

Ho le lacrime...che intensità...che emozione vibrante, era tempo che non mi capitavano così forti emozioni.....Solo Pippo di Brescia puó competere con il maestro
Gianni

sandropan ha detto...

x Tony The Tiger

Lascia perdere le attrici del mio fotoromanzo, loro non ti vogliono più.
Ma non ti preoccupare, perchè grazie a me diventerai famoso e potrai avere tutte le donne che vuoi.
-
COme potrei sfidarti? Ormai sei diventato un fenomeno, a Bogogno hai battuto perfino il Ciccardi.
Sono sicuro che, per dimostrare a tutti che la classifica era giusta, lo batterai anche domenica prossima.

===========================

X Gianni

Carissimo Amico Gianni,
vuoi diventare un mio seguace? Io sono qui, e ti accolgo a braccia aperte.
Ma, ti avverto, le prove che ti aspettano non saranno facili. Ci saranno momenti difficili, in cui vorrai mollare tutto, in cui penserai di non potercela fare.
Ma io ti conosco, terrai duro, stringerai i denti, e ce la farai. Ne sono sicuro.

Sandropan

Brady ha detto...

Tony la Tigre andava squalificato ed invece il Maestro l'ha perdonato.
Una lezione di vita. Grazie Sandropan.

stefanoSTRONG ha detto...

nel sacchetto cosa c'erano, trenta denari?

JU Team ha detto...

AHAHAHH che spettacolo

Tabula ha detto...

Maestro,vedendo e leggendo il fotoromanzo,mi hai fatto tornare in mente,le lunghe notti di quasi 30 anni fa,quando,solo,al buio di una garitta erta sopra un colle a ridosso della polveriera,l'unica consolazione era la visione e la lettura di mitiche imprese di tutt'altra specie di eroe,famoso per un suo grido liberatorio.Sarà stata la storia,i colori,le fotografie,le donne...non sò.
Ti ringrazio,o Maestro,perchè solo chi ricorderà il passato,apprezzerà il presente.
Con Umiltà e Sempre Devozione,tuo Aspirante Discepolo ti Saluta.

Germano Usoni ha detto...

Sander facciamone uno anche in studio, dai

Kavadent

Localove ha detto...

CAPOLAVORO !!!