giovedì 9 dicembre 2010

Sandropan non vince perchè non riesce a vincere o perchè non vuole vincere?

Si sa che i risvolti dell'animo umano sono spesso molto contorti, e chi conosce Sandropan di persona sa bene quanto la sua personalità sia fatta di complessità e profonde contraddizioni.
Ma perchè questa introduzione? Cosa vuole dire? Cosa ha a che fare col titolo di questo post?
Leggete e vi stupirete.

Sono in molti ultimamente ad avere assistito a prestazioni sportive davvero straordinarie del Maestro, che si potrebbero definire addirittura da super-supereroe. Per esempio non è sfuggita la grinta con la quale affrontava la salita di Bogogno, o il suo modo aggressivo di affrontare le curve nel parchetto di Garbagnate, o lo straordinario tempismo con il quale ha sorpassato il Grossi tra lo scivolo e l'altalena.

Il punto è: Perchè Sandropan non vince? Difficile, stando così le cose, pensare ad una superiorità fisica dei concorrenti. Che sia vera la tesi del complotto che puntualmente viene sollevata dai suoi seguaci? Davvero sono i giudici e gli organizzatori a non volere uno come Sandropan ai vertici delle classifiche?
Oppure molto semplicemente Sandropan non vuole vincere? Beh, se ancora non ci avevate pensato, fatevi almeno venire il dubbio.
Proviamo dunque ad approfondire questo punto, per provarne l'eventuale fondatezza.

Se fosse vero che Sandropan non vuole vincere, come si giustificherebbe? L'ipotesi più probabile è quella per cui il Sublime non vuole dare un dispiacere ai suoi avversari.
Perchè nessuno potrebbe immaginare la reazione di un Valsesia o di un Catizzone che si dovessero vedere surclassare dal Maestro. E nemmeno si potrebbe pensare all'impatto psicologico per un Gelli o uno Stagnoli costretti a chiedergli consigli sul percorso o sulla pressione dei pneumatici.
Ve li immaginate i Big di oggi costretti ad inchinarsi ad un nuovo Re, per giunta pieno di discepoli (che non hanno avuto nemmeno quando erano loro a spartirsi le vittorie) e osannato dalle folle?

No, questo scenario non è nemmeno possibile immaginarlo, soprattutto per un'uomo dal cuore grande come Sandropan. Siamo sicuri che non vorrebbe essere lui la causa di tanta sofferenza.
Senza contare poi che tutto questo metterebbe a rischio una reputazione faticosamente costruita sulla base di grandi insuccessi, e costellata di episodi di enorme mediocrità. E sappiamo quanto il Maestro tenga alla sua reputazione.

Ci sembra di avere esaurientemente trattato le ragioni per cui Sandropan potrebbe non volere vincere, e la conclusione che ne possiamo trarre è una sola: Sandropan non vuole vincere.

E che allora, per gli stessi motivi, sia sempre il Maestro ad usare il suo grande carisma per tenere a freno i discepoli Wilson e Marchese, inducendoli a nascondere il loro talento e a recitare la parte degli ultimi?

Meditate gente, meditate...



2 commenti:

robert ha detto...

grande , ma dove viene in mente questi bello cose ??? , io ti chiede sempre il consiglie in gara ,, grande sandropan

Anonimo ha detto...

parole sante caro maestro ma almeno domenica visto che gioco in casa permettimi di vincere la nostra eterna sfida tra il bene e il male tuo tony m.